Oggigiorno molte persone purtroppo soffrono di timidezza, solitudine o depressione.

C’è però un metodo alternativo che permette di affrontare queste situazioni e migliorare nettamente il proprio stato psico-fisico

Avevo 24 anni ed ero uscita con le amiche in un disco-pub; mi si avvicina un ragazzo molto carino e mi chiede se voglio ballare; stava passando un pezzo latino americano molto coinvolgente, ma nella mia testa ho iniziato a pensare << ma non so ballare, che figura faccio? Poi mi guardano tutti, e se inciampo? Lui è così carino, cosa può trovare in un’incapace come me?>> Così ho rifiutato l’invito e mi sono seduta in disparte a guardarlo ballare con un’altra ragazza. Mai mi sono sentita peggio. Qualche giorno dopo una delle mie amiche a cui ho raccontato del fatto mi ha invitata ad iscrivermi ad un corso di ballo con lei. Devo dire che è stata la scelta migliore che avessi mai fatto! Non la ringrazierò mai abbastanza! A parte l’aver imparato varie tecniche, ho conosciuto moltissime persone, come me o già più avanzate, e ci siamo divertite tantissimo ai corsi.” Miriam

 

Sono stato trascinato da mia moglie ad un corso di ballo qualche anno fa, molto controvoglia. Le prime volte sarei voluto uscire di corsa e tornare sul mio divano, dopo la classica giornata di lavoro pesante. Ma mia moglie non ha mollato e devo dire che la sua tenacia ha portato una folata di vento frizzante nel nostro matrimonio. Usciamo spesso sia per i corsi sia a ballare in giro per i locali con nuove coppie di amici conosciute in sala. Ceniamo spesso con loro e ci divertiamo molto a ballare. Devo dire che mi sento davvero meglio sia fisicamente che per via della mia timidezza. Non avrei mai pensato il ballo potesse darmi queste sensazioniGiovanni

Potete trovare moltissime testimonianze come queste sugli effetti benefici del ballo sulla sfera emotiva e mentale, dando un netto senso di benessere e miglioramento della qualità di vita di chi ci si dedica.
Ad un corso di ballo, di qualsiasi genere, ma anche ad una serata, evento od occasione dove si può condividere l’emozione della danza, possiamo ritrovare alcuni interessanti spunti nel caso ci trovassimo a combattere contro ansia, timidezza, poca stima di sé o solitudine:

1. È facile in pista rompere il ghiaccio e c’è un motivo naturale e condiviso per parlarsi
2. Ci sono molte persone che possiamo rivedere più volte e quindi conoscere
3. Il posto è frequentato da persone simili a sé
4. Ogni tanto spuntano nuove persone dando stimolo ai rapporti interpersonali e arricchendo la sfera di conoscenze
5. E’ uno stimolo poi per socializzare anche fuori, a cena, ad un aperitivo o serate a tema
6. E’ una ricetta unica di emozioni positive che derivano dalla condivisione e il benessere di un’attività fisica ed emozionale

 

Da non dimenticare poi è lo studio riportato su “La Stampa” a novembre 2012, a riprova dei benefici su situazioni di ansia, depressione, stanchezza psico-fisica, mal di testa, mal di schiena e rigidità a collo e spalle: sono stati studiati dal team coordinato a Anna Duberg, una fisioterapista presso l’Örebro University Hospital, Svezia, due gruppi di ragazze di età compresa tra i 13 e i 19 anni (122 ragazze in totale) che appunto ne soffrivano. Uno dei due gruppi è stato sottoposto ad un programma di ballo di gruppo per due giorni a settimana, mentre l’altro a nessuna terapia.

 

I risultati su questo gruppo sono stati sorprendenti: non solo si sono mostrati quasi subito durante il periodo di follow-up, ma si sono protratti da quattro a otto mesi dopo la fine dell’attività di ballo a seguito dello studio. Nel secondo gruppo, per contro, non si sono mostrati cambiamenti significativi.
Infine, le partecipanti intervistate dopo la conclusione della ricerca hanno dichiarato nel 91 per cento dei casi che il ballo era stato un’esperienza positiva, e che sicuramente l’avrebbero ripreso in considerazione.

Ti rivedi in una situazione di queste descritte? Vieni a trovarci: è proprio il caso di dirlo: BALLA CHE TI PASSA!